giovedì 6 dicembre 2012

Abraham Lincoln: Vampire Hunter (La leggenda del cacciatore di vampiri) (2012)





Regia Timur Bekmambetov
Soggetto Seth Grahame-Smith
Sceneggiatura Seth Grahame-Smith
Produttore Timur Bekmambetov, Tim Burton, Jim Lemley, Derek Frey, Kathleen Switzer
Produttore esecutivo John J. Kelly, Simon Kinberg, Michele Wolkoff
Casa di produzione Abraham Productions, Tim Burton Productions, Bazelevs Production
Distribuzione (Italia) 20th Century Fox
Fotografia Caleb Deschanel
Montaggio William Hoy
Effetti speciali Robert G. Willard, Matt Kutcher, Caius Man
Musiche Henry Jackman
Scenografia François Audouy, Beat Frutiger
Costumi Varvara Avdyushko, Carlo Poggioli
Interpreti e personaggi
Benjamin Walker: Abraham Lincoln
Dominic Cooper: Henry Sturgess
Anthony Mackie: William Johnson
Mary Elizabeth Winstead: Mary Todd Lincoln
Rufus Sewell: Adam
Marton Csokas: Jack Barts
Jimmi Simpson: Joshua Speed
Robin McLeavy: Nancy Hanks Lincoln
Alan Tudyk: Stephen A. Douglas
Jaqueline Fleming: Harriet Tubman
Erin Wasson: Vadoma

Doppiatori italiani
Edoardo Stoppacciaro: Abraham Lincoln
Francesco Pezzulli: Henry Sturgess
Andrea Lavagnino: William Johnson
Francesca Manicone: Mary Todd Lincoln
Pasquale Anselmo: Adam
Franco Mannella: Jack Barts
Marco Guadagno: Joshua Speed
Alessio Cigliano: Stephen A. Douglas

.

Istruzioni per l’uso:
Spegnete il cervello e guardate un film d’azione assolutamente irreale e inverosimile, con poco o nulla da ricordare a fine pellicola e con una valanga di morti affettati… ah…e con un sacco di schizzi di sangue, tanti salti e...boh.
.
La storia di Abraham (Abramo) Lincoln serve solo da sottofondo ad una storia pressoché nulla.

------------------------
Il film è diretto da Timur Bekmambetov e con protagonisti Benjamin Walker, Mary Elizabeth Winstead, Rufus Sewell e Dominic Cooper. Il film è basato sul romanzo Abraham Lincoln, Vampire Hunter di Seth Grahame-Smith, che si è occupato personalmente anche della sceneggiatura. Tra i produttori del film figurano lo stesso regista Timur Bekmambetov e Tim Burton.

martedì 4 dicembre 2012

Basilicata coast to coast (2010)





Regia Rocco Papaleo
Soggetto Rocco Papaleo, Valter Lupo
Sceneggiatura Valter Lupo
Produttore UE – Regione Basilicata
Produttore esecutivo Isabella Cocuzza e Arturo Paglia
Casa di produzione Paco Cinematografica, Eagle Pictures e Ipotesi Cinema
Fotografia Fabio Olmi
Montaggio Christian Lombardi
Musiche Rita Marcotulli
Scenografia Sonia Peng, Elio Maiello
.
Interpreti e personaggi
Rocco Papaleo: Nicola Palmieri
Alessandro Gassman: Rocco Santamaria
Paolo Briguglia: Salvatore Chiarelli
Max Gazzé: Franco Cardillo
Michela Andreozzi: Lucia
Giovanna Mezzogiorno: Tropea Limongi
Claudia Potenza: Maria Teresa
Gaetano Amato: Onorevole Limongi
Antonio Gerardi: Carmine Crocco
Augusto Fornari: Press Agent
Antonio Andrisani: Prete
 

Un  road movie musicale ambientato in Basilicata (la produzione esecutiva è stata affidata dalla Regione Basilicata che ha finanziato il progetto filmico per la promozione dell'immagine della Basilicata, essendo l'ente assegnatario di 350 000 euro del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale nell'ambito del Programma Operativo 2007–2013, a Paco Cinematografica (Isabella Cocuzza e Arturo Paglia), Eagle Pictures e Ipotesi Cinema; la sceneggiatura è di Valter Lupo).
-----------------
Purtroppo il film è un po' lento... non riesce a convincere "esplodere".

Comunque si lascia guardare e intrattiene il pubblico.
Un racconto leggero leggero.

Peccato, poteva essere un'ottima idea e invece merita solo suff...

I protagonisti sono bravi senza però eccellere.
(Secondo me, protagonisti e persone incontrate sono esageratamente caricaturate).

...................................
Premi
 Nastro d'Argento Regista esordiente 2010 a Rocco Papaleo
 Nastro d'Argento Colonna sonora 2010 a Rita Marcotulli
 David di Donatello Migliore regista esordiente 2011 a Rocco Papaleo
 David di Donatello Migliore musicista 2011 a Rocco Papaleo e Rita Marcotulli
 David di Donatello Migliore canzone originale 2011 (Mentre dormi – Musica di Max Gazzé; testi di Max Gazzé e Gimmi Santucci; Interpretazione di Max Gazzé)
 Ciak d'oro Migliore colonna sonora 2010 a Rocco Papaleo, Max Gazzé e Rita Marcotulli
 Globi d'oro Migliore opera prima 2010

Skyfall (2012)







Regia Sam Mendes
Soggetto Ian Fleming (personaggi)
Sceneggiatura John Logan, Neal Purvis, Robert Wade
Produttore Barbara Broccoli, Michael G. Wilson
Produttore esecutivo Callum McDougall, Andrew Noakes, David Pope, Anthony Waye
Casa di produzione Metro-Goldwyn-Mayer, Columbia Pictures, EON Productions, United Artists
Distribuzione (Italia) Warner Bros. Pictures
Fotografia Roger Deakins
Montaggio Stuart Baird
Musiche Thomas Newman


Tema musicale Skyfall - Adele(Adele, Paul Epworth)
Scenografia Dennis Gassner
.
Interpreti e personaggi:
.
Daniel Craig: James Bond
Judi Dench: M
Javier Bardem: Raoul Silva
Ralph Fiennes: Gareth Mallory
Naomie Harris: Eve Moneypenny
Albert Finney: Kincade
Bérénice Marlohe: Sévérine
Helen McCrory: Clair Dowar
Ben Whishaw: Q
Ola Rapace: Patrice
Rory Kinnear: Bill Tanner
Tonia Sotiropoulou: amante di Bond in Turchia

Doppiatori italiani
Francesco Prando: James Bond
Sonia Scotti: M
Roberto Pedicini: Raoul Silva
Gaetano Varcasia: Gareth Mallory
Stella Musy: Eve Moneypenny
Luciano De Ambrosis: Kincade
Claudia Catani: Sévérine
Anna Rita Pasanisi: Clair Dowar
Davide Chevalier: Q
Vittorio De Angelis: Bill Tanner
.

Skyfall... che dire...
.
Leggendo l'intervista (1) al regista mi aspettavo un film completamente diverso...
Sentire un regista dire che si è ispirato all'ultimo Batman forse mi ha fatto illudere...
Infatti direi che non c'è assolutamente niente dei film di Christopher Nolan.
.
L'unica scena che mi ha fatto venire in mente Nolan è nell'isola base di Javier Bardem che sembra la città inventata dai 2 protagonisti di Inception. Tutto lì.
Poi mi è piaciuta molto la fotografia...
La scena in cui 007 cammina  tra le porte a vetro del grattacielo mi ha ricordato Blade Runner.

...ma torniamo al film...

Primo tempo un po' moscio... scene parecchio lente (fatta eccezione per la parte prima della bellissima sigla.

2° tempo migliore.
-
Non mi sono piaciute:
-La morte è il ritorno di 007... l'avrei orchestrato meglio... poco pathos.
-La storia di M poco approfondita.
-Quando 007 decifra un codice crittografato in modo assurdo, stabilendo una correlazione con la linea metropolitana di Londra davvero pazzesca.
-La motivazione che spinge il cattivo di turno... una vendetta un po' facile...
-Pochi colpi di scena... succede poco a livello di trama...
-Le Bond-girl sono un po' messe lì...si lega poco con le loro storie di vita...
-Le cadute di ritmo che, sopratutto nel 1° tempo, un po' infastidiscono.
Avrei preferito meno scene stiracchiate e più trama o magari analisi della storia dei personaggi,
.
Mi sono particolarmente  piaciute:
-L'interpretazione di Javier Bardem (un  cattivo finalmente convincente!)
-La fotografia del film.
-Gli omaggi ai primi 007.
-Le scene d'azione.
-Poche battute comiche, ma azzeccate.
.
Tra i 3 ultimi 007, Casino Royale resta a mio giudizio sempre il migliore.
-
Complessivamente direi che è un buon 007, anche se per i miei gusti con una storia che sa di poco...
-----------------------------------------------------------------------
(1)Sam Mendes ha dichiarato a The Playlist:
Quello che Nolan ha ottenuto, specie col secondo capitolo della saga, Il Cavaliere Oscuro, è stato eccezionale. Ha cambiato le carte in tavola, per tutti noi. L'industria cinematografica attuale è esclusivamente suddivisa fra progetti molto piccoli e altri enormi. Non ci sono più delle vie di mezzo. Sarebbe una tragedia se, da una parte, avessimo piccole pellicole "serie" e, dall'altra, popcorn movie enormi con nulla da dire. Con Il Cavaliere Oscuro Nolan ha dato prova che si può dare vita a un blockbuster emozionante, di grande intrattenimento che ha tanto da dire sul mondo in cui viviamo oggi, anche se, di fatto, non è neanche ambientato nel nostro mondo. Mi è sembrata una pellicola basata sul mondo post 11 settembre, che ha raccontato e discusso le nostre paure, il perché della loro esistenza e ho sempre ritenuto che l'abbia fatto in maniera interessante e audace. Questo film mi ha aiutato a acquisire la fiducia necessaria a dare una specifica direzione a Skyfall, una fiducia che magari, senza Il Cavaliere Oscuro, non avrei ottenuto. Perché la gente potrebbe dire "Wow, è un film alquanto cupo", ma poi tu potresti controbattere tirando in ballo The Dark Knight e rispondere "Quello è un film anche più dark e ha incassato un fantastiliardo di dollari!". Ti aiuta molto. Poi c'è anche un fattore da non sottovalutare. E' chiaramente possibile dare vita a un film dark che la gente vuole vedere. 
-
Notizie particolari:

La produzione si è poi spostata in Turchia nel marzo del 2012. Sono state effettuate riprese in alcune zone di Istanbul, tra cui il Bazar delle Spezie, Yeni Cami, l'ufficio postale imperiale, Sultanahmet Square e il Grand Bazar. Per l'inseguimento iniziale che precede i titoli di testa erano state realizzate 85 copie dell'abito di 007, la cravatta era stata appesantita per evitare svolazzi, e le strade del capoluogo turco erano state innaffiate di Coca-Cola per evitare che le moto slittassero. La produzione ha ricevuto critiche riguardo ad alcuni presunti danni arrecati agli edifici dalle riprese di un inseguimento in moto sui tetti della città; Michael G. Wilson ha negato queste affermazioni, sottolineando che la troupe aveva rimosso le sezioni dei tetti interessate prima dell'inizio delle riprese e le ha sostituite con delle repliche. A riprese terminate, sarebbero state ripristinate.

lunedì 19 novembre 2012

Disastro a Hollywood (2008)





Regia Barry Levinson
Soggetto Art Linson
Sceneggiatura Art Linson
Produttore Robert De Niro, Art Linson, Jane Rosenthal, Barry Levinson
Casa di produzione 2929 Productions
Art Linson Productions
TriBeCa Productions
Fotografia Stéphane Fontaine
Montaggio Hank Corwin
Musiche Marcelo Zarvos
Scenografia Stefania Cella

.
Interpreti e personaggi
Robert De Niro: Ben
Catherine Keener: Lou Tarnow
Stanley Tucci: Scott Solomon
John Turturro: Dick Bell
Michael Wincott: Jeremy Burnell
Robin Wright Penn: Kelly
Kristen Stewart: Zoe
Peter Jacobson: Cal
Bruce Willis: se stesso
Sean Penn: se stesso
Moon Bloodgood: Laura
.
Doppiatori italiani
Stefano De Sando: Ben
Cristiana Lionello: Lou Tarnow
Luca Biagini: Scott Solomon
Pasquale Anselmo: Dick Bell
Christian Iansante: Jeremy Burnell
Francesca Fiorentini: Kelly
Domitilla D'Amico: Zoe
Angelo Maggi: Bruce Willis
Massimo Rossi: Sean Penn

.
.
Robert De Niro è Ben un produttore  cinematografico di Hollywood.
.
Barry Levinson ci mostra 2 settimane della vita di Ben, in cui si scontra con i problemi famigliari, con l'attore Bruce Willis e con il montaggio di un film destinato a Cannes.
.
Insomma un film strano... la fotografia della vita del protagonista in un certo momento... tra ascesa e caduta.
La storia non decolla mai, ma nemmeno annoia soprattutto grazie all'interpretazione dei vari Big.

mercoledì 7 novembre 2012

Detachment - Il distacco (2011)




Regia Tony Kaye
Sceneggiatura Carl Lund
Produttore Greg Shapiro
Carl Lund
Austin Stark
Benji Kohn
Produttore esecutivo Adrien Brody
Distribuzione (Italia) Officine UBU
Montaggio Michelle Botticelli
Barry Alexander Brown
Musiche The Newton Brothers
Scenografia Jade Healy
Costumi Wendy Schecter
.
Interpreti e personaggi
Adrien Brody: Henry Barthes
Sami Gayle: Erica
James Caan: Sign. Charles Seaboldt
Christina Hendricks: Signorina Madison
Lucy Liu: Dr. Doris Parker
Marcia Gay Harden: Preside Carol Dearden
Bryan Cranston: Richard Dearden
William Petersen: Sign. Sarge Kepler
Blythe Danner: Sign.ra Perkins
Tim Blake Nelson: Sign. Wiatt
Isiah Whitlock Jr.: Sign. Mathias
.
Doppiatori italiani
Simone D'Andrea: Henry Barthes
Mario Zucca: Seaboldt
Debora Magnaghi: Signorina Madison
Elisabetta Spinelli: Dr. Parker
Monica Pariante: Preside Carol Dearden
Marina Thovez: Sign.ra Perkins
Gea Riva: Erica
Annalisa Longo: Meredith


Davvero un bel film.
.
Sono rimasto sorpreso dalla storia, infatti non si tratta della solita pellicola sull'insegnante che aiuta ragazzi disadattati ad affermarsi/redimersi.
.
Un dramma "vero", che seppur a volte forse tenda a scivolare verso il pessimismo, coinvolge e affascina.
.
Il protagonista cerca, mantenendo un certo distacco emotivo, di difendersi da ciò che lo circonda, ma alla fine si rende conto che questo non è possibile.
.
Non voglio dire di più per non rovinare la visione.
.
Bravissimi i due protagonisti!
Adrien Brody è pazzesco. Il film meriterebbe la visione solo per la sua prova. Credetemi sulla parola... è incredibile!
Sami Gayle è giovanissima e bravissima. Una promessa!

Bravi anche gli altri attori non protagonisti.



-------------------------------------------------------------
SPOILER:

Secondo me, la scena finale dopo la visita alla ragazzina, serve a far capire che alla fine è rimasto ad insegnare in quella scuola.
 

venerdì 2 novembre 2012

Hollywoodland (2006)




Regia Allen Coulter
Soggetto Paul Bernbaum
Sceneggiatura Paul Bernbaum
Produttore Glenn Williamson
Produttore esecutivo J. Miles Dale, Jake Myers, Joe Pichirallo
Casa di produzione Back Lot Pictures, Focus Features e Miramax Films
Fotografia Jonathan Freeman
Montaggio Michael Berenbaum
Musiche Marcelo Zarvos
Scenografia Leslie McDonald, Patrick Banister e Odetta Stoddard (arredi)
Costumi Julie Weiss
.

Interpreti e personaggi
Adrien Brody: Louis Simo
Diane Lane: Toni Mannix
Ben Affleck: George Reeves
Bob Hoskins: Eddie Mannix
Robin Tunney: Leonore Lemmon
Kathleen Robertson: Carol Van Ronkel
Lois Smith: Helen Bessolo
Phillip MacKenzie: Bill Bliss
Larry Cedar: Chester
Veronica Watt: Rita Hayworth
.
Doppiatori italiani
Massimiliano Manfredi: Louis Simo
Roberta Greganti: Toni Mannix
Riccardo Rossi: George Reeves
Ennio Coltorti: Eddie Mannix
Francesca Fiorentini: Leonore Lemmon

.
.
Ehm... ma come finisce?! ...126 minuti per capire che...??

...ma andiamo con ordine: La pellicola è incentrata sui misteri legati alla morte dell'attore George Reeves.

Indagini, ipotesi, per concludere che? Mah...

Peccato, non era malaccio come storia...

                                  Ben Affleck: George Reeves
.


Premi
63ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia: miglior interpretazione maschile (Ben Affleck)
Saturn Awards 2007: miglior attore non protagonista (Ben Affleck)

mercoledì 31 ottobre 2012

Ted (2012)





Regia Seth MacFarlane
Soggetto Seth MacFarlane
Sceneggiatura Seth MacFarlane, Alec Sulkin, Wellesley Wild
Produttore Seth MacFarlane, Jason Clark, John Jacobs, Scott Stuber, Wellesley Wild, Mark Kamine, Joseph J. Micucci
Casa di produzione Universal Pictures, Media Rights Capital, Fuzzy Door Productions, Bluegrass Films, Smart Entertainment
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Art director E. David Cosier
Fotografia Michael Barrett
Montaggio Jeff Freeman
Musiche Walter Murphy
Scenografia Stephen J. Lineweaver
Costumi Debra McGuire, Margaret Palmer, Lorraine Crossman, Steven Zimbelman
Trucco Ann Masterson, Liz Bernstrom
Interpreti e personaggi
Mark Wahlberg: John Bennett
Mila Kunis: Lori Collins
Joel McHale: Rex
Giovanni Ribisi: Donny
Patrick Warburton: Guy
Matt Walsh: Thomas
Jessica Barth: Tami-Lynn
Jessica Stroup: Tracy
Laura Vandervoort: Tanya Terry
Bretton Manley: John Bennett da giovane
Ralph Garman: Steve Bennett
Alex Borstein: Helen Bennett
Aedin Mincks: Robert
Bill Smitrovich: Frank Stevens
Sam J. Jones: se stesso
Norah Jones: se stessa
Tom Skerritt: se stesso
Ray Romano: se stesso
Ted Danson: se stesso
Ryan Reynolds: Jared
John Viener: Alix

Doppiatori originali
Seth MacFarlane: Ted
Patrick Stewart: narratore

Doppiatori italiani
Massimiliano Manfredi: John Bennett
Domitilla D'Amico: Lori Collins
Mino Caprio: Ted
Alessio Cigliano: Rex
Marco Guadagno: Donny
Roberto Draghetti: Guy
Federica De Bortoli: Tami-Lynn
Andrea Di Maggio: Robert
Luigi La Monica: Sam J. Jones
Massimo Corvo: narratore

.

.

Devo dire...pensavo peggio.

Una commedia che secondo me sbaglia solo verso fine film a virare verso un esagerato buonismo, alla ricerca di un lieto fine un po' forzato.

Belle le battute anche se pensavo fosse più volgare.

Un film cmq piacevole e da vedere.





martedì 30 ottobre 2012

Colpevole d'omicidio (2002)



Regia Michael Caton-Jones
Soggetto Mike McAlary (articolo Segno di un assassino)
Sceneggiatura Ken Hixon
Produttore Matthew Baer, Michael Caton-Jones, Brad Grey, Elie Samaha, Laura Viederman
Produttore esecutivo Don Carmody, Dan Klores, Roger Paradiso, Andrew Stevens
Fotografia Karl Walter Lindenlaub
Montaggio Jim Clark
Musiche John Murphy
Scenografia Jane Musky
.
Interpreti e personaggi
Robert De Niro: Vincent LaMarca
Frances McDormand: Michelle
James Franco: Joey
George Dzundza: Reggie Duffy
Eliza Dushku: Gina
William Forsythe: Spyder
Patti LuPone: Maggie
Anson Mount: Dave Simon
John Doman: Henderson
Brian Tarantina: Snake

Doppiatori italiani
Stefano De Sando: Vincent LaMarca
Pinella Dragani: Michelle
Riccardo Rossi: Joey
Tatiana Dessi: Gina



Ieri sera su Iris ho visto per il ciclo dedicato a Robert De Niro  "Colpevole d'omicidio".
.
Un buon film thriller/drammatico con un cast decisamente azzeccato.
.
De Niro, come al solito, con la sua interpretazione dà spessore alla trama.
.
Bravi anche James Franco e Frances McDormand.
.
Molto bella la scena della sparatoria verso fine film, in cui De Niro fornisce una delle sue solite ottime interpretazioni drammatiche.

giovedì 25 ottobre 2012

Underworld (5) - Il risveglio (2012)







Genere azione, fantasy, horror
Regia Måns Mårlind, Björn Stein
Soggetto Kevin Grevioux, Danny McBride, Len Wiseman
Sceneggiatura Len Wiseman, John Hlavin, Allison Burnett, J. Michael Straczynski
Produttore Gary Lucchesi, Tom Rosenberg, Len Wiseman, Richard S. Wright
Produttore esecutivo David Coatsworth, David Kern, Eric Reid, James McQuaide, Skip Williamson, Henry Winterstern
Casa di produzione Lakeshore Entertainment, Screen Gems, Saturn Films, Sketch Films, UW4 Productions
Distribuzione (Italia) Warner Bros. pictures Italia
Fotografia Scott Kevan
Montaggio Jeff McEvoy
Effetti speciali Dan Cervin
Musiche Paul Haslinger
Scenografia Claude Paré
Costumi Monique Prudhomme
Trucco Margot Boccia, Rita Ciccozzi
.
Interpreti e personaggi
Kate Beckinsale: Selene
India Eisley: Eve
Theo James: David
Charles Dance: Thomas
Stephen Rea: Jacob
Michael Ealy: Detective Sebastian
Kris Holden-Ried: Quint
Scott Speedman: Michael Corvin
Sandrine Holt: Lida

Doppiatori italiani
Pinella Dragani: Selene
Valentina Favazza: Eve
Riccardo Rossi: David
Luciano De Ambrosis: Thomas
Marco Mete: Jacob
Andrea Lavagnino: Detective Sebastian
Roberto Draghetti: Quint
Sabrina Duranti: Lida

.



Come definirlo... beh... un trait d'union tra il 4° e il 6° film...
Poco a che vedere con i precedenti...
Una storiella riassumibile in pochissime righe con cui hanno ricavato un'intera pellicola.
Tutto già visto inoltre sia come trama che come effetti speciali (di serie B).
Giusto per passare una serata...

giovedì 18 ottobre 2012

Led Zeppelin: Celebration Day (17/10/2012)






 O2 Arena di Londra: Led Zeppelin Celebration Day.

I Led Zeppelin sono e rimarranno sempre il mio gruppo Rock preferito.

Risentire i riff di Whole Lotta Love,  Kashmir... la magia di Stairway to Heaven... un sogno...
Nelle 2 ore di durata del film sono immerso nella magia della loro musica...
.

Proprio a voler cercare un difetto...sono gli anni...
Page fa pochi assoli e a inizio concerto è parecchio arrugginito...
Plant ha poca voce, ma si arrangia di mestiere...
Bonham è bravissimo... ma il padre era il padre...
John Paul Jones al basso e al piano è sempre bravo e incanta...
.
Scaletta del concerto della O2 Arena, integralmente riproposta al cinema:
Good Times Bad Times
Ramble On (seconda esecuzione dopo il concerto del 25 giugno 1972 al LA Forum)Black Dog
In My Time of Dying
For Your Life (prima esecuzione)Trampled Underfoot
Nobody’s Fault but Mine
No Quarter
Since I’ve Been Loving You
Dazed and Confused
Stairway to Heaven
The Song Remains the Same
Misty Mountain Hop
Kashmir
Bis:
Whole Lotta Love
Rock and Roll






Taxi Driver (1976)






Regia Martin Scorsese
Soggetto Paul Schrader
Sceneggiatura Paul Schrader
Produttore Julia Phillips
Michael Phillips e Andrea Dell'Aversano per Columbia Pictures
Fotografia Michael Chapman
Montaggio Marcia Lucas
Tom Rolf
Melvin Shapiro
Effetti speciali Tony Parmelee
Musiche Bernard Herrmann
Scenografia Charles Rosen
.
Interpreti e personaggi
Robert De Niro: Travis Bickle
Jodie Foster: Iris Steensma
Harvey Keitel: Matthew "Sport"
Cybill Shepherd: Betsy
Peter Boyle: "Mago"
Albert Brooks: Tom
Leonard Harris: Senatore Charles Palantine
Martin Scorsese: Passeggero
Steven Prince: Easy Andy, il venditore di armi
.
Doppiatori italiani
Ferruccio Amendola: Travis Bickle
Roberta Paladini: Iris Steensma
Gianni Marzocchi: Matthew "Sport"
Micaela Esdra: Betsy
Renato Mori: "Mago"
Massimo Giuliani: Tom
Giorgio Piazza: Senatore Charles Palantine
Gianfranco Bellini: Passeggero
Angelo Nicotra: Easy Andy, il venditore di armi
Mario Milita: Affittacamere



Finalmente sono riuscito a vedere Taxi Driver... per intero...
Devo dire che è un film davvero particolare.
.
Mi hanno colpito le molte similitudini con il recente Driver: tempi, ambientazione... e molto altro.
.
De Niro in questo film è davvero carismatico...
Regge il film da solo...
.
Il finale mi ha lasciato un po' perplesso...

-Nota finale:
Con gli anni si sono sviluppate diverse teorie sull'epilogo del film, secondo cui le scene finali dopo la sparatoria sono il risultato dell'immaginazione di Travis in fin di vita. Inoltre, non appena Betsy lascia il taxi a pochi fotogrammi dai crediti finali, si può sentire uno strano suono e subito dopo Travis che aggiusta nervosamente lo specchietto retrovisore.
Scorsese ha commentato i momenti finali del film dicendo che il rapido sguardo quasi nevrotico di Travis allo specchietto potrebbe rappresentare la possibilità che Travis possa soffrire di nuovo di depressione e scatti d'ira in futuro. Questo finale quasi aperto è stato paragonato a quello di Arancia meccanica di Stanley Kubrick, in cui Malcolm McDowell nei panni di Alex DeLarge sembra riconquistare il suo lato sociopatico nella sua battuta finale: «Ero guarito, eccome!».
 .
Riconoscimenti

1977 - Premio Oscar
Nomination Miglior film a Michael Phillips e Julia Phillips
Nomination Miglior attore protagonista a Robert De Niro
Nomination Miglior attrice non protagonista a Jodie Foster
Nomination Miglior colonna sonora a Bernard Herrmann
1977 - Golden Globe
Nomination Miglior attore in un film drammatico a Robert De Niro
Nomination Migliore sceneggiatura a Paul Schrader
1977 - Premio BAFTA
Migliore attrice debuttante a Jodie Foster
Miglior attrice non protagonista a Jodie Foster
Miglior colonna sonora a Bernard Herrmann
Nomination Miglior film
Nomination Migliore regia a Martin Scorsese
Nomination Miglior attore protagonista a Robert De Niro
Nomination Miglior montaggio a Marcia Lucas, Tom Rolf e Melvin Shapiro
 1977 - Festival di Cannes
Palma d'oro a Martin Scorsese
1977 - David di Donatello
David Speciale a Martin Scorsese
David Speciale a Jodie Foster (Per la sua performance)
1977 - Kansas City Film Critics Circle Award
Miglior attrice non protagonista a Jodie Foster
1977 - Los Angeles Film Critics Association Award
Miglior attore protagonista a Robert De Niro
Miglior colonna sonora a Bernard Herrmann
1977 - New York Film Critics Circle Award
Miglior attore protagonista a Robert De Niro
Miglior attore non protagonista a Harvey Keitel
Miglior attrice non protagonista a Jodie Foster

giovedì 4 ottobre 2012

ATTO DI FORZA (TOTAL RECALL) 1990






Regia Paul Verhoeven
Soggetto Philip K. Dick
Sceneggiatura Ronald Shusett, Dan O'Bannon, Jon Povill, Gary Goldman
Casa di produzione Carolco International N.V.
Fotografia Jost Vacano
Montaggio Frank J. Urioste
Effetti speciali The Bottin Effects Crew, Scott R. Fisher, Thomas L. Fisher, Erik Geisler, Roy Goode, Bruce Y. Kuroyama, Dale L. Martin, Louise Alvarez, Robert De Vine
Musiche Jerry Goldsmith, Bruno Louchouam
Scenografia Robert Gould
.
Interpreti e personaggi
Arnold Schwarzenegger: Douglas Quaid / Hauser
Rachel Ticotin: Melina
Sharon Stone: Lori
Ronny Cox: Vilos Cohaagen
Michael Ironside: Richter
Mel Johnson Jr.: Benny
Dean Norris: Tony
Roy Brocksmith: Dr. Edgemar
Marshall Bell: George/Kuato
 .
Doppiatori italiani
Alessandro Rossi: Douglas Quaid / Hauser
Emanuela Rossi: Melina
Isabella Pasanisi: Lori
Sandro Iovino: Vilos Cohaagen
Michele Gammino: Ritchter
Francesco Pannofino: Benny
Piero Tiberi: Tony
Giorgio Lopez: Dr. Edgemar
Luciano De Ambrosis: George
Cesare Barbetti: Kuato
.
.
Atto di forza (Total Recall) è un film del 1990 diretto da Paul Verhoeven, ispirato a un racconto breve di Philip Dick dal titolo Ricordiamo per voi (We Can Remember It For You Wholesale).
-

Ieri sera ho rivisto "Atto di Forza" Ultimate Edition in Blu-Ray Disc.
(Intervista al Regista Paul Verhoeven (35:00 min)
Atto di Forza: gli effetti speciali (23:13 min)
Paragoni tra la versione restaurata e l’originale (4:00 min)
Galleria Fotografica

Libretto illustrato allegato)
.
Devo dire che la versione restaurata del film è davvero bella.
Certo il film ha ormai un po' di anni sulle spalle, ma gli effetti speciali sono ancora oggi validissimi.
.
Bello il libricino allegato in cui parlano della realizzazione del film.
.
Un cult movie sicuramente.
.
(Nota: Onestamente non ricordavo le varie scene di sangue un po' splatter).
.
Sono curioso ora di vedere l'imminente Total Recall: reboot e rivisitazione della pellicola Atto di Forza di Paul Verhoeven del 1990. Nel cast del film vi saranno Colin Farrell e Jessica Biel, per la regia di Len Wiseman
.
.
.
-----Il sequel cancellato -----------------------------------------
Per questo film era stato previsto un seguito: l'opera mai realizzata avrebbe dovuto basarsi su un altro racconto di Dick, Rapporto di minoranza.
Nella trama, Quaid sarebbe riuscito a portare alcuni mutanti da Marte sulla Terra, e costoro, grazie alle loro facoltà precognitive, sarebbero stati in grado di prevedere i crimini prima che accadessero.
Il film non ottenne semaforo verde nonostante il buon successo ricevuto, ma il soggetto, ampliato con nuovi elementi non presenti nel racconto originale, divenne la base per il film Minority Report, con i "PreCogs" al posto dei mutanti marziani.
.
.
----Differenze dal racconto---------------------------------
Nel racconto originale di Dick (e nella prima versione della sceneggiatura) il protagonista si chiamava "Douglas Quail".
Il racconto presenta notevoli differenze riapetto al film che segue soltanto il tema principale ovvero: la modifica della memoria di Quail da parte dei servizi segreti ricollegati al fatto che lui era un agente su marte. Nel racconto Quail non ritorna su marte e tantomeno intraprende scontri epici con membri di complotti intergalattici, ma dopo il suo contatto con la rikord, la agenzia di impianti di ricordi, incomincia a dubitare di essere stato su marte e ne trova riscontro, pensando di aver avuto un impianto mal riuscito torna alla rikord per farsi restituire i soldi, ma quando finalmente si convince di non essere andato su marte in casa trova riscontri e ricorda di esserci andato e con in mente entrambe le realta distinte, viene assalito da agenti della polizia interplanetaria e comincia a ricordare la assoluta veria, che e' veramente stato su marte di essere stato un agente-killer segreto e di aver ucciso per loro. Dopo essere scappato dagli agenti si rimette in contatto con i suoi ex superiori e li convince, invece di ucciderlo, di innestarli nuovi falsi ricordi in maniera tale che viva nuovamente una vita ignara e felice. Dopo un'analisi della sua psiche, risulta che un nuova memoria adeguata sarebbe stata di lui che da bambino salvava il pianeta da una forza aliena dandole dimostrazione di amore e comprensione, cosi' gli alieni avrebbero rinunciato a invadere la terra almeno fino alla sua morte. Ritornati alla rikord per impiantare la nuova memoria, si scopre anche questa volta che non e' possibile riimpiantarla, perche era veramente quello il suo passato, era stato veramente testimone della ascesa degli alieni e aveva veramente salvato il mondo.

















Premi
1991 - Premio Oscar
Migliori effetti speciali (Oscar Speciale) a Eric Brevig, Rob Bottin, Tim McGovern e Alex Funke
Nomination Miglior sonoro a Nelson Stoll, Michael J. Kohut, Carlos Delarios e Aaron Rochin
Nomination Miglior montaggio sonoro a Stephen Hunter Flick
1991 - Premio BAFTA
Nomination Migliori effetti speciali
1991 - Saturn Award
Miglior film di fantascienza
Migliori costumi a Erica Edell Phillips
Nomination Miglior attore protagonista a Arnold Schwarzenegger
Nomination Migliore regia a Paul Verhoeven
Nomination Miglior attrice non protagonista a Rachel Ticotin
Nomination Migliore sceneggiatura a Ronald Shusett, Dan O'Bannon e Gary Goldman
Nomination Miglior trucco a Rob Bottin, Jeff Dawn, Craig Berkeley e Robin Weiss
Nomination Miglior colonna sonora a Jerry Goldsmith
Nomination Migliori effetti speciali a Eric Brevig, Rob Bottin, Tim McGovern e Alex Funke
1991 - Motion Picture Sound Editors
Miglior montaggio sonoro a Scott Hecker

giovedì 20 settembre 2012

Prometheus (2012)


Regia Ridley Scott
Sceneggiatura Jon Spaihts, Damon Lindelof
Produttore Ridley Scott, Tony Scott, David Giler, Walter Hill
Produttore esecutivo Michael Costigan, Michael Ellenberg, Damon Lindelof, Mark Huffam
Casa di produzione Brandywine Productions, Dune Entertainment, Scott Free Productions
Distribuzione (Italia) 20th Century Fox
Fotografia Dariusz Wolski
Montaggio Pietro Scalia
Musiche Marc Streitenfeld
Scenografia Arthur Max
.
Interpreti e personaggi:
Noomi Rapace: Elizabeth Shaw
Michael Fassbender: David
Charlize Theron: Meredith Vickers
Idris Elba: Capitano Janek
Guy Pearce: Peter Weyland
Logan Marshall-Green: Charlie Holloway
Sean Harris: Fifield
Rafe Spall: Millburn
Emun Elliott: Chance
Benedict Wong: Ravel
Patrick Wilson: padre di Elizabeth Shaw
Kate Dickie: Ford

Doppiatori italiani:
Domitilla D'Amico: Elizabeth Shaw
Francesco Prando: David
Roberta Pellini: Meredith Vickers
Roberto Draghetti: Capitano Janek
Claudio Sorrentino: Peter Weyland
Alessandro Budroni: Charlie Holloway
Luciano Roffi: Fifield
Luigi Ferraro: Millburn
Vittorio Guerrieri: Chance
Mino Caprio: Ravel
Roberta Greganti: Ford

.
.
Ieri sera sono andato finalmente a vedere Prometheus, prequel del primo  Alien del '79.
.
Leggendo le varie critiche che lo consideravano solo una brutta copia di Alien, avevo più di un dubbio su questo film...
Invece Prometheus mi ha convinto.
.
In fondo è vero che ha molto del primo Alien, ma lo rivede, reinventa e aggiorna esteticamente con nuovi effetti speciali.
.
Devo dire che però mi sono un po' mancati quei momenti di silenzio in cui aspetti esca da qualche buco un Alien... e nella scena iniziale l'Alieno sembrava un po' finto...

Certo poi ci sono scene assolutamente assurde (una su tutte, senza svelare niente, il recupero post intervento della protagonista...), ma nel complesso è ben curato.
.
Sicuramente non un capolavoro assoluto, ma un degno prequel per quel capolavoro che era il primo Alien.
.
Ora attendiamo fiduciosi il sequel che la Fox ha annunciato non prima del 2014 (già sotto contratto Scott, Fassbender e Rapace, resta da trovare lo sceneggiatore visto che Lindelof non farà parte del progetto).
.
.
Curiosità:
La moglie di Ridley Scott, Giannina Facio, come già in altri suoi film compare in un cameo quasi impercettibile: è la madre della scienziata Elizabeth Shaw (Noomi Rapace) nel sogno criogenico spiato dall'androide David poco prima del risveglio a bordo del Prometheus. Ne "Il gladiatore" interpreta la moglie del protagonista, comparendo brevemente quando il figlio viene travolto dai cavalli dei sicari imperiali prima di essere entrambi uccisi e nelle ultimissime scene del film quando, insieme allo stesso figlio, accoglie nell'aldilà Massimo.




giovedì 13 settembre 2012

The Bourne Legacy (2012)





Regia Tony Gilroy
Sceneggiatura Tony Gilroy, Dan Gilroy
Produttore Patrick Crowley, Frank Marshall, Ben Smith, Jeffrey M. Weiner
Produttore esecutivo Jennifer Fox
Casa di produzione Bourne Four Productions, Captivate Entertainment, Universal Pictures
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Fotografia Robert Elswit
Montaggio John Gilroy
Musiche James Newton Howard
Scenografia Kevin Thompson
.
Interpreti e personaggi:
Jeremy Renner: Aaron Cross/Kenneth J. Kitsom
Rachel Weisz: Marta Shearing
Edward Norton: Byer
Joan Allen: Pam Landy
David Strathairn: Noah Vosen
Albert Finney: Dr. Albert Hirsch
Scott Glenn: Ezra Kramer
Oscar Isaac: #3
Corey Stoll: Vendel
Stacy Keach: Turso
Donna Murphy: Dita
.
Doppiatori italiani
Alessandro Quarta: Aaron Cross/Kenneth Gidson
Giuppy Izzo: Marta Shearing
Massimiliano Manfredi: Byer
Laura Boccanera: Pam Landy
Gianni Giuliano: Noah Vosen
Luciano De Ambrosis: Dr. Albert Hirsch
Ennio Coltorti: Ezra Kramer
Gabriele Sabatini: #3
Fabrizio Pucci: Vendel
Renzo Stacchi: Turso
Antonella Giannini: Dita


>È il quarto film della serie cinematografica tratta dai romanzi di Robert Ludlum e Eric Van Lustbader. Gilroy dirige il film, dopo aver sceneggiato i primi tre film della serie. Protagonista del film è Jeremy Renner, affiancato da Rachel Weisz, Edward Norton, Joan Allen e Oscar Isaac.
 La produzione del film è stata alquanto travagliata: dopo la dichiarazione di Paul Greengrass di non voler dirigere un ulteriore capitolo della saga, c'è stato infatti l'abbandono del protagonista Matt Damon.<
.

Un buon film.
Mi è piaciuto.
Sicuramente sarò controtendenza, ma la regia di Gilroy mi è piaciuta (ho a dir poco odiato gli effetti "traballanti" del precedente Bourne...)

Il classico Bourne, tanta azione questa volta condita anche da diversi collegamenti e spiegazioni sulla storia (a volte un po' da intuire/inventsi).


.
Avevo paura, vedendo il trailer che la mutazione avesse dato al protagonista poteri poco credibili, invece il tutto risulta ben strutturato e le scene d'azione sono sufficientemente verosimili (peccato per la scena dell'inseguimento... bella ma conclusa un po' così...frettolosamente).
.
Jeremy Renner è molto bravo e dà credibilità al personaggio.
Norton ha un piccolo ruolo, ma è comunque bravo.
Rachel Weisz brava.

.
Come detto quindi un buon Bourne che sebbene abbia un finale perfettamente in linea con i precedenti, lascia la porta aperta a mille sequel (anche perchè nel film sono presenti diversi flashback su di lui e  Byer onestamente assolutamente buttati lì senza un perché)...

 

Note:
La data di uscita nelle sale statunitensi inizialmente fissata per il 3 agosto 2012, è stata successivamente spostata al 10 agosto per evitare l'uscita in contemporanea con il film Total Recall - Atto di forza e per allontanare l'uscita da Il cavaliere oscuro - Il ritorno.

martedì 11 settembre 2012

In Time (2011)



Regia Andrew Niccol
Soggetto Andrew Niccol
Sceneggiatura Andrew Niccol
Produttore Marc Abraham, Eric Newman, Andrew Niccol
Produttore esecutivo Amy Israel, Kristel Laiblin
Casa di produzione New Regency Pictures
Distribuzione (Italia) Medusa Film
Fotografia Roger Deakins
Montaggio Zach Staenberg
Effetti speciali Luma Pictures, Soho VFX, Wildfire Visual Effects
Musiche Craig Armstrong
Scenografia Alex McDowell
Costumi Sara Akhteh, Carrie Arakaki, Alison Cole
Trucco Elena Arroy, Tracy Manzo, Michelle Vittone
.
Interpreti e personaggi
Justin Timberlake: Will Salas
Amanda Seyfried: Sylvia Weis
Johnny Galecki: Borel
Matt Bomer: Henry Hamilton
Cillian Murphy: Timekeeper Raymond Leon
Olivia Wilde: Rachel Salas
Alex Pettyfer: Fortis
Elena Satine: Jasmine
Vincent Kartheiser: Philippe Weis
Yaya DaCosta: Greta
Rachel Roberts: Carrera
Ethan Peck: Constantin
Toby Hemingway: Timekeeper Kors
Bella Heathcote: Michele Weis

Doppiatori italiani
Andrea Mete: Will Salas
Myriam Catania: Sylvia Weis
Francesco Bulckaen: Raymond Leon
Marco Vivio: Fortis
David Chevalier: Philippe Weis



Un film onesto... guardabile.
Una storiella avventurosa senza troppe pretese.
.
Gli ingredienti per un buon film ci sarebbero, ma purtroppo Niccol non si sofferma ne sul messaggio socio politico ne arricchisce la sua pellicola di scene d'azione degne di nota.
-
Bella l'idea di usare auto d'epoca elaborate e l'ambientazione cyberpunk di molte scene.
.
I protagonisti sono penalizzati da una trama troppo lineare.
.
Un film per trascorrere una serata.

------------------------------------------------------------------------
L'idea del film In Time non è originale in quanto presenta somiglianze con il film Absolon interpretato da Christopher Lambert. In tale film la popolazione mondiale è stata decimata da un potente virus, la cui cura viene somministrata solo a chi può lavorare: la moneta di scambio è stata sostituita dal tempo, finito il quale si muore

The Road (2009)

Regia John Hillcoat
Soggetto Cormac McCarthy
Sceneggiatura Joe Penhall
Produttore Nick Wechsler, Paula Mae Schwartz, Steve Schwartz, Mike Upton (co-produttore), Erik Hodge (co-produttore)
Produttore esecutivo Todd Wagner, Mark Cuban, Marc Butan, Rudd Simmons
Casa di produzione Dimension Films, 2929 Productions, Road Rebel, Chockstone Pictures, Nick Wechsler Productions
Distribuzione (Italia) Videa-CDE
Fotografia Javier Aguirresarobe
Montaggio Jon Gregory
Effetti speciali DIVE, Crazy Horse Effects, Space Monkey, Eden FX, Brainstorm Digital, Invisible Pictures
Musiche Nick Cave, Warren Ellis
Scenografia Chris Kennedy
Costumi Margot Wilson
.
Interpreti e personaggi
Viggo Mortensen: uomo
Kodi Smit-McPhee: ragazzo
Robert Duvall: anziano
Guy Pearce: veterano
Molly Parker: moglie del veterano
Michael Kenneth Williams: ladro
Garret Dillahunt: membro della gang
Charlize Theron: donna

Doppiatori italiani
Pino Insegno: uomo
Ruggero Valli: ragazzo
Carlo Valli: anziano
Fabio Boccanera: veterano
Loris Loddi: ladro
Roberta Pellini: donna

.
.
Secondo me il film andrebbe visto solo per l'interpretazione di Viggo Mortensen... spettacolare.
Ottime anche le parti in cui recitano Charlize Theron e Robert Duvall.
.
La storia è ambientata in un mondo già devastato da una catastrofe non ben definita in cui i pochi sopravvissuti sono regrediti (quasi tutti) al cannibalismo e alla più insensata violenza. 
.
Assistiamo all'amore di questo padre che non si rassegna e condivide un viaggio verso Sud con il figlio.
.
Il film è bello tosto e non riesco a capire come apparisse in tv solo la dicitura "bimbi accompagnati".
Assistiamo a cannibalismo, certo non in diretta, ma tutto è piuttosto chiaro: (ad esempio -senza svelare nulla-gli uomini nudi tenuti in cantina o il cadavere sotto l'auto).
.
-nota-
Inizialmente era stata diffusa la notizia che il film non sarebbe mai stato distribuito in Italia, visto lo scarso successo che il film ha riscontrato negli USA e perché ritenuto troppo deprimente.

The Warrior (2011)

Regia Gavin O'Connor
Soggetto Gavin O'Connor, Cliff Dorfman
Sceneggiatura Gavin O'Connor, Anthony Tambakis, Cliff Dorfman
Produttore Gavin O'Connor, Greg O'Connor, Anthony Tambakis (co-produttore), Jamie Marshall (co-produttore), Josh Fagin (co-produttore)
Produttore esecutivo Michael Paseornek, Lisa Ellzey, David Mimran, Jordan Schur, John J. Kelly
Casa di produzione Lionsgate, Mimran Schur Pictures, Solaris Entertainment, Filmtribe
Distribuzione (Italia) M2 Pictures
Fotografia Masanobu Takayanagi
Montaggio John Gilroy, Sean Albertson, Matt Chessé, Aaron Marshall
Musiche Mark Isham
Scenografia Dan Leigh
Costumi Abigail Murray
Trucco Calvin Scott, Heather Mages
.
Interpreti e personaggi:
Joel Edgerton: Brendan Conlon
Tom Hardy: Tommy Conlon
Nick Nolte: Paddy Conlon
Jennifer Morrison: Tess Conlon
Frank Grillo: Frank Campana
Kevin Dunn: Preside Zito
Maximiliano Hernandez: Colt Boyd
Bryan Callen: se stesso
Sam Sheridan: se stesso
Fernando Funan Chien: Fenroy
Jake McLaughlin: Mark Bradford
Vanessa Martinez: Pilar Fernandez
Denzel Whitaker: Stephon
Carlos Miranda: Tito
Nick Lehane: Nash
Laura Kenley: KC
Capri Thomas: Emily Conlon
Lexi Cowan: Rosie Conlon
Noah Emmerich: Dan Taylor
.
Doppiatori italiani
Simone D'Andrea: Brendan Conlon
Marco Foschi: Tommy Conlon
Ugo Maria Morosi: Paddy Conlon
Cristiana Rossi: Tess Conlon
Christian Iansante: Frank Campana

.
Warrior è un film del 2011 diretto da Gavin O'Connor, interpretato da Tom Hardy, Joel Edgerton (fratelli nel film) e Nick Nolte (il padre).

Tom Hardy anche in questo film riesce a convincere con un ottima interpretazione.
Bravissimo anche Nolte nel ruolo del padre (la scena in cui piange è incredibile).
.
Un film dal finale piuttosto scontato, ma che coinvolge per la trama ben articolata e non banale.

lunedì 3 settembre 2012

Michael Clayton (2007)





Regia Tony Gilroy
Soggetto Tony Gilroy
Sceneggiatura Tony Gilroy
Produttore Sydney Pollack
Produttore esecutivo George Clooney
Anthony Minghella
Steven Soderbergh
Distribuzione (Italia) Medusa Film
Fotografia Robert Elswit
Montaggio John Gilroy
Musiche James Newton Howard
.
Interpreti e personaggi
George Clooney: Michael Clayton
Tom Wilkinson: Arthur Edens
Tilda Swinton: Karen Crowder
Sydney Pollack: Marty Bach
Michael O'Keefe: Barry Grissom
Thomas McCarthy: Walter
Denis O'Hare: Signor Greer
Ken Howard: Don Jefferies
Merritt Wever: Anna Kaiserson
David Zayas: Detective Dalberto

Doppiatori italiani
Francesco Pannofino: Michael Clayton
Franco Zucca: Arthur Edens
Anna Cesareni: Karen Crowder
Michele Gammino: Marty Bach
Antonio Sanna: Barry Grissom


.
Un Buon film.
.
Un azzeccato intreccio che tiene sempre attiva l'attenzione.
.
Finale facile, ma ben orchestrato.
 .
Unica pecca a mio avviso è l'espediente dei cavalli... poco chiaro.
 .
Un George Clooney convincente e particolarmente a suo agio in questo ruolo (anche se purtroppo sempre poco espressivo...).
Tony Gilroy è qui al debutto come regista, mentre è  noto come sceneggiatore (ex: trilogia dedicata all'agente Jason Bourne).
.


Riconoscimenti:.
2008 - Premio Oscar
Miglior attrice non protagonista a Tilda Swinton
Nomination Miglior film a Sydney Pollack, Jennifer Fox e Kerry Orent
Nomination Migliore regia a Tony Gilroy
Nomination Miglior attore protagonista a George Clooney
Nomination Miglior attore non protagonista a Tom Wilkinson
Nomination Migliore sceneggiatura originale a Tony Gilroy
Nomination Miglior colonna sonora a James Newton Howard
2008 - Golden Globe
Nomination Miglior film drammatico
Nomination Miglior attore in un film drammatico a George Clooney
Nomination Miglior attore non protagonista a Tom Wilkinson
Nomination Miglior attrice non protagonista a Tilda Swinton
2008 - Premio BAFTA
Miglior attrice non protagonista a Tilda Swinton
Nomination Miglior attore protagonista a George Clooney
Nomination Miglior attore non protagonista a Tom Wilkinson
Nomination Migliore sceneggiatura originale a Tony Gilroy
Nomination Miglior montaggio a John Gilroy
2008 - Broadcast Film Critics Association Award
Nomination Miglior film
Nomination Miglior attore protagonista a George Clooney
Nomination Miglior attrice non protagonista a Tilda Swinton
Nomination Miglior attore non protagonista a Tom Wilkinson
Nomination Migliore sceneggiatura a Tony Gilroy
2007 - Chicago Film Critics Association Award
Nomination Miglior film
Nomination Migliore regia a Tony Gilroy
Nomination Miglior attore protagonista a George Clooney
Nomination Miglior attrice non protagonista a Tilda Swinton
Nomination Miglior attore non protagonista a Tom Wilkinson
Nomination Migliore sceneggiatura originale a Tony Gilroy
Nomination Miglior nuovo film-maker a Tony Gilroy
 2007 - Festival di Venezia
Nomination Leone d'Oro a Tony Gilroy
2008 - Kansas City Film Critics Circle Award
Miglior attrice non protagonista a Tilda Swinton
2007 - National Board of Review Award
Migliori dieci film
Miglior attore protagonista a George Clooney
2007 - Satellite Award
Miglior attore non protagonista a Tom Wilkinson
Nomination Miglior attrice non protagonista a Tilda Swinton
Nomination Migliore sceneggiatura originale a Tony Gilroy
2008 - Screen Actors Guild Award
Nomination Miglior attore protagonista a George Clooney
Nomination Miglior attore non protagonista a Tom Wilkinson
Nomination Miglior attrice non protagonista a Tilda Swinton
2007 - Southeastern Film Critics Association Award
Nomination Miglior film

venerdì 31 agosto 2012

I Mercenari 2 (2012)


Regia Simon West
Soggetto Ken Kaufman, David Agosto, David Callaham (personaggi), Sylvester Stallone (personaggi)
Sceneggiatura Sylvester Stallone, Richard Wenk, Ken Kaufman, David Agosto
Produttore Avi Lerner, Danny Lerner, Basil Iwanyk, Kevin King Templeton, John Thompson, Les Weldon
Produttore esecutivo Guymon Casady, Jason Constantine, Boaz Davidson, Danny Dimbort, Robert Earl, Jon Feltheimer, Trevor Short
Casa di produzione Nu Image, Millennium Films
Distribuzione (Italia) Universal
Fotografia Shelly Johnson
Montaggio Todd E. Miller
Effetti speciali Stefan Alamanov
Musiche Brian Tyler
Scenografia Paul Cross
Costumi Lizz Wolf
Trucco Scott H. Eddo
.
Interpreti e personaggi
Sylvester Stallone: Barney Ross
Jason Statham: Lee Christmas
Jet Li: Yin Yang
Dolph Lundgren: Gunnar Jensen
Jean-Claude Van Damme: Jean Vilain
Chuck Norris: Booker
Bruce Willis: Mr. Church
Arnold Schwarzenegger: Trench Mouse
Terry Crews: Hale Caesar
Randy Couture: Toll Road
Liam Hemsworth: Billy "the Kid" Timmons
Charisma Carpenter: Lacy
Scott Adkins: Hector
Yu Nan: Maggie
Amanda Ooms: Pilar
Nikolette Noel: Sophia
Novak Djokovic: sé stesso - (scene eliminate)
.
Doppiatori italiani
Massimo Corvo: Barney Ross
Francesco Prando: Lee Christmas
Mino Caprio: Yin Yang
Luca Ward: Gunnar Jensen
Rodolfo Bianchi: Booker
Roberto Draghetti: Hale Caesar
Paolo Marchese: Toll Road
Andrea Mete: Billy "the Kid" Timmons
Franco Mannella: Jean Vilain
Claudio Sorrentino: Mr. Church
Alessandro Rossi: Trench Mouse
Domitilla D'Amico: Lacy
Monica Ward: Maggie





Beh, un film particolare.
.
Essendomi piaciuto il primo come non potevo vedere il secondo?
Diciamo che si poteva fare meglio…anche se nel complesso mi è piaciuto.
.
Non un brutto film, solo un po’ troppo forzato...
.
Alcune mie considerazioni:
.
-Rispetto al primo hanno esagerato con i morti e con le uccisioni-esplosioni in computer grafica…
-Molte scene d’azione sono un po’ troppo assurde o mal curate (Es. la scena in cui Schwarzenegger strappa la porta alla Smart …pessima…).
-Il fatto che i vari attori citino le battute famose dei film degli altri compagni è geniale… peccato che sia usata male… il regista le mette lì nel casino senza sottolinearle in nessun modo…(con primi piani,  abbassando i rumori ecc…).
-La storia è praticamente nulla e troppo scontata…
      -Alcuni attori come Van Damme, Schwarzenegger  e Chuck risultano lenti e troppo bolliti…
      -Jet Li finalmente fa un bel combattimento, ma poi sparisce per tutto il film…
      -Chuck Norris fa 2 comparsate: la prima comica (una macchietta), la seconda triste…
     - La scazzottata finale è un classico… (ma anche no…)
     - Dolph e Jason Statham sono i migliori, ironici e sempre in forma.
     - Stallone è sempre il capo… e fa del suo meglio per reggere tutto il film.







Il Solista (2009)




 Regia Joe Wright
Soggetto Steve Lopez (libro)
Sceneggiatura Susannah Grant
Produttore Gary Foster, Russ Krasnoff, Rikki Lea Bestall (co-produttore)
Produttore esecutivo Tim Bevan, Eric Fellner, Jeff Skoll, Patricia Whitcher
Casa di produzione Universal Pictures, DreamWorks, StudioCanal, Participant Media, Working Title Films
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Fotografia Seamus McGarvey
Montaggio Paul Tothill
Musiche Dario Marianelli
Scenografia Sarah Greenwood
Costumi Jacqueline Durran
.
Interpreti e personaggi
Jamie Foxx: Nathaniel Ayers
Robert Downey Jr.: Steve Lopez
Catherine Keener: Mary Weston
Tom Hollander: Graham Claydon
Lisa Gay Hamilton: Jennifer Ayers
Nelsan Ellis: David Carter
Rachael Harris: Leslie Bloom
Stephen Root: Curt Reynolds
Lorraine Toussaint: Flo Ayers

Doppiatori italiani
Angelo Maggi: Steve Lopez
Roberto Draghetti: Nathaniel Ayers
Cristiana Lionello: Mary Weston
Massimiliano Manfredi: Garham Claydon




Tratto dal libro omonimo di Steve Lopez, pubblicato nel 2008, il film è basato sulla vera storia dell'incontro tra Nathaniel Ayers, un musicista senzatetto affetto da schizofrenia e Steve Lopez, un giornalista del Los Angeles Times.

Un film davvero bello e Jamie Foxx e Robert Downey Jr sono bravissimi...
.
Ho stentato a vederlo perchè credevo si trattasse della solita storia in cui un artista in disgrazia aiutato trova/ritrova la fama...
.
Invece la trama e lo svolgimento della pellicola mi hanno affascinato e stupito.
Ben congeniato e sceneggiato.
.
Vivamente consigliato.

Tinker Tailor Soldier Spy (La Talpa) (2011)







Regia Tomas Alfredson
Soggetto John le Carré (romanzo)
Sceneggiatura Bridget O'Connor, Peter Straughan
Produttore Tim Bevan, Eric Fellner, Robyn Slovo, Alexandra Ferguson (coproduttore)
Produttore esecutivo Liza Chasin, Ron Halpern, Debra Hayward, John le Carré, Peter Morgan, Douglas Urbanski
Casa di produzione StudioCanal
Working Title Films
Distribuzione (Italia) Medusa Film
Fotografia Hoyte Van Hoytema
Montaggio Dino Jonsäter
Musiche Alberto Iglesias
Scenografia Maria Djurkovic
.
Interpreti e personaggi
Gary Oldman: George Smiley
Colin Firth: Bill Haydon
Tom Hardy: Ricki Tarr
Mark Strong: Jim Prideaux
Ciarán Hinds: Roy Bland
Benedict Cumberbatch: Peter Guillam
Toby Jones: Percy Alleline
John Hurt: Controllo
David Dencik: Toby Esterhase
Stephen Graham: Jerry Westerby
Simon McBurney: Oliver Lacon
Kathy Burke: Connie Sachs

Doppiatori italiani
Stefano De Sando: George Smiley
Luca Biagini: Bill Haydon
Marco Foschi: Ricki Tarr
Antonio Sanna: Jim Prideaux
Rodolfo Bianchi: Roy Bland
Alessio Cigliano: Peter Guillam
Roberto Stocchi: Percy Alleline
Giorgio Lopez: Controllo
Gaetano Varcasia: Toby Esterhase
Luigi Ferraro: Jerry Westerby
Antonio Palumbo: Oliver Lacon
Vittoria Febbi: Connie Sachs


.
Diretto da Tomas Alfredson questo film è basato sull'omonimo romanzo del 1974 di John le Carré.
.
Consiglio la visione di questo film solamente dopo l'assunzione di forti dosi di caffè. Ahah! Scherzo.
.
"La Talpa" (com'è stato ignobilmente tradotto) è sicuramente per gli amanti del genere Spy un film stupendo.
Ottima regia, ambientazione e cast sono di prim'ordine.
Peccato manchi completamente, per i miei gusti,  un minimo di ritmo o azione.
.
La storia è a dir poco incasinata e l'utilizzo di flashback certo non aiuta.
Il regista non dà il minimo aiuto allo spettatore ne fa una ricostruzione finale del tutto...
.
Ho fatto l'errore di guardarlo di sera e (un po' mi vergogno a dirlo) ho davvero faticato sia a restare sveglio che a seguire l'intera intricatissima vicenda.

Quindi lo consiglio vivamente a chi ama le storie lente condite da  lunghe pause.

Il film ha vinto  una sfilza di premi (qui elencati) e gli attori sono come dicevo bravissimi (alcuni appaiono anche nelle pellicole di Christopher Nolan che  adoro), ma personalmente non lo rivedrei...

Riconoscimenti.
2012 - Premio Oscar
Nomination Miglior attore protagonista a Gary Oldman
Nomination Migliore sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
Nomination Miglior colonna sonora a Alberto Iglesias
2012 - Premio BAFTA
Miglior film britannico a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Migliore sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
Miglior contributo al cinema britannico a John Hurt
Nomination Miglior film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Nomination Miglior attore protagonista a Gary Oldman
Nomination Miglior colonna sonora a Alberto Iglesias
Nomination Migliore regia a Tomas Alfredson
Nomination Migliore fotografia a Hoyte van Hoytema
Nomination Migliore scenografia a Maria Djurkovic e Tatiana MacDonald
Nomination Migliori costumi a Jacqueline Durran
Nomination Miglior montaggio a Dino Jonsäter
Nomination Miglior sonoro a Stephen Griffiths, Andy Shelley e Doug Cooper
2012 - American Society of Cinematographers
Nomination Migliore fotografia a Hoyte van Hoytema
2012 - Palm Springs International Film Festival
Migliore stella internazionale del cinema a Gary Oldman
2012 - Premio IFTA
Miglior film internazionale a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Nomination Miglior attore internazionale a Gary Oldman
Nomination Miglior attore a Ciarán Hinds
2012 - Premio Lumière
Miglior contributo cinematografico a Gary Oldman
2012 - Richard Attenborough Regional Film Awards
Miglior film inglese dell'anno a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Miglior attore inglese dell'anno a Gary Oldman
Migliore sceneggiatura a Bridget O'Connor e Peter Straughan
2012 - International Film Award
Miglior film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Miglior attore protagonista a Gary Oldman
Miglior attore non protagonista a Benedict Cumberbatch
Migliore sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
Migliore fotografia a Hoyte van Hoytema
Migliore scenografia a Maria Djurkovic e Tatiana MacDonald
Miglior colonna sonora a Alberto Iglesias
Migliori costumi a Jacqueline Durran
Migliore scena a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Miglior cast al cast de "La Talpa"
Nomination Migliore regia a Tomas Alfredson
Nomination Miglior montaggio a Dino Jonsäter
Nomination Miglior attrice non protagonista a Kathy Burke
Nomination Miglior sonoro a Stephen Griffiths e Andy Shelley
Nomination Miglior trucco a Felicity Bowring, Sophia Burnage e Konnie Daniel
2012 - Movie Trailer Award
Miglior trailer di un film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Miglior montaggio del trailer a Dino Jonsäter
Premio speciale per i titoli di coda a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Nomination Miglior montaggio sonoro di un trailer a Stephen Griffiths e Andy Shelley
2012 - Empire Awards
Miglior film britannico a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Miglior thriller a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Miglior attore protagonista a Gary Oldman
Nomination Miglior film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Nomination Miglior regista a Tomas Alfredson
2012 - Golden Trailer Awards
Migliore locandina di un film indipendente a Ignition Print
Nomination Miglior trailer di un film drammatico a Mark Woollen & Associates
Nomination Miglior trailer di un film thriller a Empire Design
Nomination Miglior locandina di un film drammatico a Ignition Print
2012 - London Film Critics Circle Awards
Migliore scenografia a Maria Djurkovic
4º classificato Miglior film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Nomination Miglior film britannico a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Nomination Miglior attore a Gary Oldman
Nomination Miglior attore britannico a Gary Oldman
Nomination Migliore sceneggiatura a Bridget O'Connor e Peter Straughan
2012 - Art Directors Guild
Nomination Period film a Maria Djurkovic
2012 - Sydney Film Festival
Migliori venti film del 2012 a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
4º classificato Miglior film del 2012 a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
2012 - AARP Annual Movies for Grownups Awards
Nomination Miglior attore a Gary Oldman
2012 - Central Ohio Film Critics Association Awards
Miglior cast al cast de "La Talpa"
2012 - Premio Chlotrudis
Nomination Miglior cast al cast de "La Talpa"
2012 - Evening Standard British Film Awards
Premio speciale Alexander Walker a John Hurt
Nomination Miglior film a Tomas Alfredson
Nomination Miglior attore a Gary Oldman
Nomination Migliore scenografia a Maria Djurkovic
2012 - Movie Farm Awards
Miglior attore protagonista a Gary Oldman
2012 - Urchie Awards
Miglior interpretazione maschile a Gary Oldman
Nomination Miglior film dell'anno a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
2012 - Edgy Awards
2º classificato Miglior sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
2º classificato Miglior scenografia a Maria Djurkovic
Nomination Miglior attore protagonista a Gary Oldman
Nomination Miglior cast al cast de "La Talpa"
2012 - YouMovie Awards
Miglior film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Miglior film drammatico a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Miglior thriller a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Migliore regia a Tomas Alfredson
Miglior attore protagonista a Gary Oldman
Miglior cast al cast de "La Talpa"
Migliore sceneggiatura a Bridget O'Connor e Peter Straughan
Miglior trailer a Mark Wollen & Associates
Nomination Miglior attore non protagonista a Benedict Cumberbatch
Nomination Miglior attore non protagonista a Colin Firth
Nomination Miglior antagonista a Colin Firth
Nomination Migliore fotografia a Hoyte van Hoytema
Nomination Migliore scenografia a Maria Djurkovic
Nomination Migliori costumi a Jacqueline Durran
2012 - Italian Online Movie Awards
Nomination Miglior film europeo a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Nomination Miglior attore protagonista a Gary Oldman
Nomination Miglior attore protagonista a Colin Firth
Nomination Migliore sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
2012 - Amanda Awards
Nomination Miglior film straniero a Tomas Alfredson
2012 - Polish Film Institute
Nomination Miglior film europeo a Tomas Alfredson
2012 - Virgin Media Movie Awards
Migliori venti film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
11° classificato Miglior film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
2012 - BFBC Film Awards
Miglior sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
Nomination Miglior film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Nomination Miglior film britannico a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Nomination Miglior attore protagonista a Gary Oldman
Nomination Migliore regia a Tomas Alfredson
2012 - Adelaide Fringe Awards
Nomination Migliore scenografia a Maria Djurkovic
2012 - Soundtrack Geek Awards
Nomination Miglior colonna sonora di un thriller a Alberto Iglesias
2012 - Music & Sound Awards
Miglior composizione originale a Alberto Iglesias
 2012 - Silver Lenas Awards
Miglior attore non protagonista a Benedict Cumberbatch
Miglior sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
Nomination Miglior film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Nomination Miglior attore a Gary Oldman
Nomination Miglior regia a Tomas Alfredson
2011 - Juan-And-Only Awards
Miglior colonna sonora a Alberto Iglesias
Nomination Miglior attore protagonista a Gary Oldman
2011 - INOCA Awards
Migliore sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
Nomination Miglior attore a Gary Oldman
Nomination Migliore fotografia a Hoyte van Hoytema
Nomination Migliore scenografia a Maria Djurkovic
Nomination Miglior colonna sonora a Alberto Iglesias
Nomination Migliori costumi a Jacqueline Durran
Nomination Miglior cast al cast de "La Talpa"
2011 - Camerimage Festival
Nomination Rana d'oro a Hoyte van Hoytema
2011 - Rober Film Awards
Premio Rober alla sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
Premio Rober al cast al cast de "La Talpa"
Premio del pubblico alla sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
Premio del pubblico al cast al cast de "La Talpa"
Premio del pubblico alla fotografia a Hoyte van Hoytema
2º classificato Premio del pubblico al film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
3º classificato Premio del pubblico all'attore a Gary Oldman
3º classificato Premio del pubblico al regista a Tomas Alfredson
3º classificato Premio del pubblico alla colonna sonora a Alberto Iglesias
3º classificato Premio del pubblico alla scenografia a Maria Djurkovic
Nomination Premio Rober al film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Nomination Premio Rober all'attore a Gary Oldman
Nomination Premio Rober al regista a Tomas Alfredson
Nomination Premio Rober alla colonna sonora a Alberto Iglesias
Nomination Premio Rober alla scenografia a Maria Djurkovic
Nomination Premio Rober alla fotografia a Hoyte van Hoytema
2011 - Felix Film Awards
Miglior film dell'anno a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
2011 - Premio NOFF
Nomination Migliore scenografia a Maria Djurkovic
2011 - New York Film Critics Online Awards
2º classificato Miglior attore a Gary Oldman
2011 - Hollywood Film Festival
Miglior compositore a Alberto Iglesias
2011 - Cadet Film Awards
Miglior attore protagonista a Gary Oldman
Migliore scenografia a Maria Djurkovic
Miglior cast al cast de "La Talpa"
3º classificato Miglior film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Nomination Miglior regista a Tomas Alfredson
Nomination Migliore sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
Nomination Miglior cameo femminile a Kathy Burke
Nomination Miglior attore non protagonista a Tom Hardy
Nomination Miglior attore non protagonista a Benedict Cumberbatch
Nomination Miglior fotografia a Hoyte van Hoytema
2011 - International Film Music Critics Association
Nomination Miglior compositore a Alberto Iglesias
2011 - National Society of Film Critics Awards
2º classificato Miglior attore a Gary Oldman
2011 - Online Film Critics Society Awards
Miglior sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
Nomination Miglior attore a Gary Oldman
Nomination Miglior montaggio a Dino Jonsäter
2011 - International Cinephile Society Awards
Miglior sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
Nomination Migliore scenografia a Maria Djurkovic e Tatiana MacDonald
Nomination Miglior cast al cast de "La Talpa"
Nomination Migliore colonna sonora originale a Alberto Iglesias
2011 - IndieWire Critics Poll
3º classificato Miglior cast al cast de "La Talpa"
5º classificato Migliore fotografia a Hoyte van Hoytema
2011 - Village Voice Film Critics’ Poll
3º classificato Miglior attore a Gary Oldman
2011 - Gotham Awards
Tributo alla carriera a Gary Oldman
2011 - Georgia Film Critics Association
Miglior cast al cast de "La Talpa"
Nomination Miglior film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Nomination Miglior attore protagonista a Gary Oldman
Nomination Migliore regia a Tomas Alfredson
Nomination Migliore sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
Nomination Migliore fotografia a Hoyte van Hoytema
Nomination Migliore scenografia a Maria Djurkovic e Tatiana MacDonald
Nomination Miglior attore non protagonista a Tom Hardy
2011 - Las Vegas Film Critics Society
Nomination Miglior attore a Gary Oldman
Nomination Migliore sceneggiatura a Bridget O'Connor e Peter Straughan
Nomination Migliore fotografia a Hoyte van Hoytema
Nomination Miglior montaggio a Dino Jonsäter
Nomination Migliore Scenografia a Maria Djurkovic
2011 - Phoenix Film Critics Society Award
Nomination Miglior attore a Gary Oldman
2011- Denver Film Critics Society
Nomination Miglior cast al cast de "La Talpa"
Nomination Migliore colonna sonora a Alberto Iglesias
2011 - Chicago Film Critics Association Award
Nomination Miglior attore protagonista a Gary Oldman
Nomination Migliore sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
2011 - Satellite Awards
Nomination Miglior film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Nomination Miglior attore protagonista a Gary Oldman
Nomination Migliore regia a Tomas Alfredson
2011 - St. Louis Film Critics
Nomination Miglior attore a Gary Oldman
2011 - San Francisco Film Critics Circle
Miglior attore a Gary Oldman
Migliore sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
2011 - Stockholm Film Festival
Miglior film internazionale a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
2011 - Los Angeles Film Critics Association Award
2º classificato Migliore scenografia a Maria Djurkovic
2011 - Washington D.C. Area Film Critics Association
Nomination Migliore sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
2011 - Premio Dorian
Nomination Migliore astro nascente del cinema a Tom Hardy
2011 - Premio Empire
Migliore icona del cinema a Gary Oldman
2011 - USC Libraries Scripter Awards
Nomination Miglior sceneggiatura a Bridget O'Connor e Peter Straughan
2011 - Association of Women Film Journalists Award
Nomination Migliore sceneggiatura non originale a Bridget O'Connor e Peter Straughan
2011 - Premio BIFA
Migliore scenografia a Maria Djurkovic
Nomination Miglior film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo
Nomination Miglior attore protagonista a Gary Oldman
Nomination Migliore regia a Tomas Alfredson
Nomination Miglior attrice non protagonista a Kathy Burke
Nomination Miglior attore non protagonista a Tom Hardy
Nomination Miglior attore non protagonista a Benedict Cumberbatch
2011 - Festival di Venezia
Nomination Leone d'oro al miglior film a Tim Bevan, Eric Fellner e Robyn Slovo

giovedì 30 agosto 2012

The Dark Knight Rises (2012)


Durata165 min
Regia Christopher Nolan
Soggetto Christopher Nolan, David S. Goyer, basato sul personaggio dei fumetti creato da Bob Kane e Bill Finger
Sceneggiatura Christopher Nolan, Jonathan Nolan,
Produttore Christopher Nolan, Emma Thomas, Charles Roven
Produttore esecutivo Kevin De La Noy, Benjamin Melniker, Thomas Tull, Michael E. Uslan
Casa di produzione DC Entertainment e Legendary Pictures
Distribuzione (Italia) Warner Bros.
Fotografia Wally Pfister
Montaggio Lee Smith
Musiche Hans Zimmer
Scenografia Nathan Crowley, Kevin Kavanaugh
Costumi Lindy Hemming
.
.
Interpreti e personaggi:
.
Christian Bale: Bruce Wayne/Batman
Anne Hathaway: Selina Kyle
Tom Hardy: Bane
Michael Caine: Alfred Pennyworth
Marion Cotillard: Miranda Tate
Joseph Gordon-Levitt: John Blake
Gary Oldman: James Gordon
Morgan Freeman: Lucius Fox
Nestor Carbonell: Sindaco Anthony Garcia
Josh Pence: Ra's al Ghul (giovane)
Liam Neeson: Ra's al Ghul (adulto)
Cillian Murphy: Jonathan Crane/Spaventapasseri
Matthew Modine: Vice Commissario Peter Foley
Alon Aboutboul: Dr. Leonid Pavel
Juno Temple: Jen
Ben Mendelsohn: John Daggett
Daniel Sunjata: Capitano Jones
Burn Gorman: Stryver
Josh Stewart: Barsad
Tomas Arana: avvocato
Tom Conti: detenuto
William Devane: Presidente degli Stati Uniti
.
Doppiatori italiani:
.
Claudio Santamaria: Bruce Wayne/Batman
Domitilla D'Amico: Selina Kyle
*Filippo Timi: Bane
Dario Penne: Alfred Pennyworth
Claudia Catani: Miranda Tate
Andrea Mete: John Blake
Angelo Maggi: James Gordon
Ugo Maria Morosi: Lucius Fox
Roberto Gammino: Sindaco Anthony Garcia
Alessandro Rossi: Ra's al Ghul (adulto)
Simone D'Andrea: Jonathan Crane/Spaventapasseri
Antonio Sanna: Vice commissario Peter Foley
Radislav Gillonsky: Dr. Leonid Pavel
Rossa Caputo: Jen
Franco Mannella: John Daggett
Simone Mori: Capitano Jones
Massimiliano Manfredi: Stryver
Rodolfo Bianchi: avvocato
Carlo Cosolo: detenuto
Omero Antonutti: detenuto cieco
Michele Gammino: Presidente degli Stati Uniti

.
.
Per tutto il primo tempo Nolan prepara l'apoteosi finale..
Davvero una degna conclusione alla saga.
Finale azzeccatissimo anche se l'avrei concluso (senza svelare niente) con il primo piano di Michael Cane.

(A voler essere proprio pignoli non mi sono piaciuti i doppiatori italiani di *Bane e di alcuni altri... e il fatto che Batman e Catwoman spuntino sempre dal nulla, nel momento giusto, senza un perché, ma nel genere ci sta...)

Tutto il cast è perfetto e quindi non starò qui a perdere tempo... (Tom Hardy viene penalizzato da una maschera troppo invasiva che ne annulla l'espressività facciale...) 
  _________________
Note:
L'edizione italiana del film è curata per quanto concerne adattamento dialoghi e direzione del doppiaggio da Marco Mete: Claudio Santamaria è stato confermato come doppiatore di Bruce Wayne/Batman, interpretato da Christian Bale; Dario Penne è nuovamente il doppiatore di Alfred Pennyworth, interpretato da Michael Caine; Angelo Maggi è per la seconda volta il doppiatore del commissario James Gordon, interpretato da Gary Oldman (come in Il cavaliere oscuro, mentre in Batman Begins la voce era di Massimo Venturiello); invece la voce di Lucius Fox, interpretato da Morgan Freeman, questa volta è di Ugo Maria Morosi (e non più di Renato Mori, voce ufficiale dell'attore e assente per problemi di salute). A giugno 2012 sono stati resi noti i nomi scelti per i nuovi componenti del cast: Domitilla D'Amico è la voce di Selina Kyle/Catwoman; Andrea Mete doppia John Blake (Joseph Gordon-Levitt); Claudia Catani presta la voce a Miranda Tate (Marion Cotillard);
* infine per la voce di Bane (Tom Hardy) è stato scelto l'attore Filippo Timi, alla seconda esperienza da doppiatore (dopo aver doppiato il mammuth Manfred ne L'era glaciale 4 - Continenti alla deriva).




.
Riprese e location_____
Le riprese si sono svolte nelle seguenti location:
Jodhpur, India
Londra, Regno Unito
Cardington, Regno Unito
Pittsburgh, USA
Los Angeles, USA
New York, USA
Newark, USA

La tumbler sul set del film a Pittsburgh, Pennsylvania.Alcune riprese si sono svolte a New York, ma per eseguirle sono state segnalate come riprese per Magnus Rex e Fox Hills Green, due titoli inventati al fine di non attirare troppo l'attenzione. Altre riprese si sono svolte a Newark, nel New Jersey.

A giugno sono state girate alcune scene presso gli uffici Delta Point di Croydon, un borgo di Londra. Sempre a Londra si sono svolte le riprese per gli interni di Villa Wayne, ad Osterley Park.

Wollaton Hall nel 2010Il set degli esterni per Villa Wayne è stato allestito tra il 20 giugno e il 6 luglio a Wollaton Hall, presso Nottingham, un edificio molto simile a Mentmore Towers, utilizzato come Villa Wayne in Batman Begins. Nel corso delle riprese, un camion ha sfondato alcune delle pareti dell'edificio, senza però riportare feriti o danni gravi. Ad inizio luglio sono state effettuate le riprese di numerosi paracadutisti che si sono lanciati da un jet presso il Cairngorm Gliding Club di Feshie Bridge, scena nella quale uno stuntman è atterrato da 8.000 piedi (2.856 metri) senza paracadute restando però illeso. Presso l'aeroporto di Inverness venivano invece registrate le sequenze con l'aereo militare C130 Hercules. Il 12 luglio sono state girate le sequenze d'azione presso Cardinton.

Il 5 agosto si sono tenute le riprese della sfida sportiva tra Gotham Rogues e Rapid City Monuments, scena che ha richiesto l'ingaggio di 3.000 comparse
Durante le riprese a Pittsburg, la controfigura di Anne Hathaway si è schiantata contro una telecamera IMAX mentre girava una scena alla guida del Batpod. Tale incidente non ha coinvolto nessun membro della produzione e nessun civile, ma la macchina da presa colpita è andata distrutta. Sempre a Pittsburgh, altri incidenti hanno coinvolto uno dei grossi camion che scaricano le attrezzature per le riprese, che ha preso in pieno l'ingresso della Wollaton Hall (dove è stato allestito il set di Villa Wayne) sfondando una parte del muro e rimanendo incastrato, mentre il secondo incidente ha coinvolto, invece, il Batwing che ha preso in pieno un palo della luce mentre era in movimento per le strade della città.
.
Design :_________
Una Lamborghini AventadorIl personaggio di Bruce Wayne guida una Aventador LP700-4 color argento, impiegata durante le riprese a Wollaton Hall; in Batman Begins venne scelta una Murciélago ("pipistrello" in lingua spagnola), mentre ne Il cavaliere oscuro Wayne usava una Murciélago LP640, tutti veicoli Lamborghini.

Come nei capitoli precedenti, è presente la Tumbler.